31 maggio 2009

sweet home

Appena ho visto questo appartamento non ho avuto dubbi (“E’ mio, non me lo lascio sfuggire!”), e nel corso della stessa giornata lo ho subito bloccato.
Dopo aver visto tanti appartamenti e condomini davvero pessimi, quando vedi quello giusto ti si accende la lampadina e capisci al volo quello che veramente vuoi.
Chiedendo ascusa ai miei lettori per l’attesa (Simon e Ceros mi hanno sgridato!), ecco la descrizione della casa piu’ bella di Edimburgo: la mia!

Zona: l’appartamento si trova all’inizio del quartiere di Leith, giusto al termine di Leith Walk, la grande arteria colma di pub e di negozi che collega il centro di Edimburgo con la zona del mare. Per andare in centro basta infatti percorrere proprio la Leith Walk (15 min a piedi, 5 col bus).

Circondario: supermercati, ristoranti, fermate del bus, negozi...tutti a portata di mano. La cosa bella e’ pero’ che proprio di fronte al condominio c’e’ uno splendido ed enorme parco (Claremont Park), dove a tutte le ore del giorno si vedono partite di calcio, gente che corre o che porta a spasso i cani ma soprattutto giovani spaparanzati a prendere il sole (a proposito, c’e’ uno splendido tempo in questi giorni). Passeggiando si possono raggiungere il porto di Leith e la deliziosa zona residenziale Portobello, affacciata sul mare.


Coinquilini: unico vincolo che mi ero posto era quello di non dividere l’appartamento con italiani. Missione compiuta in quanto sono in condivisione con una coppia di kiwi (neozelandesi): David (25) e Kimberley (26). Entrambi molto friendly, si e’ subito andati d’accordo. Di certo non amici strettissimi, ma in casa fila tutto liscio: alcune volte cucino per loro cosi’ come loro per me, ci si divide i compiti, ecc. Molto bello il loro inglese, sicuramente piu’ pulito dello scozzese. In casa c’e’ anche un gatto, tutto nero e molto vivace.

Condominio: il primo impatto con il condominio e’ stato folgorante. Parcheggio per auto e biciclette, e soprattutto interno pulitissimo (una vera rarita’) con tanto di ascensore ed interni in legno. Edificio nuovo a due piani, esterno con mattoni di pietre a vista.



Appartamento: non orrenda moquette ma uno splendido parquet, l’appartamento e’ su due piani. Sopra c’e’ la camera matrimoniale di David e Kim con il loro bagno privato, sotto (piu’ spazioso) ci sono cucina e living room, la mia camera ed il mio bagno privato.



Camera: la mia camera e’ molto spaziosa. Dentro ci sono letto matrimoniale, appendi abiti, cassettiera, televisione e due finestre molto grandi. I muri sono spogli, ma a questo si puo’ rimediare.

Mobilia: moderna, cucina ad angolo color legno, salotto spazioso. Tutte le comodita’: due frigoriferi, lavastoviglie, lavatrice, microonde, impianto stereo, dvd, laptop, ampi armadi.



Costo: pago 400 pounds al mese, comprensivi di affitto, bollette, tassa comunale ed accesso ad internet illimitato.

Eccovi descritta la mia abitazione. A dire il vero c’e’ un piccolo problema. David e Kim a settembre torneranno in New Zealand per sposarsi e stare la’, e la padrona della casa preferirebbe vendere l’appartamento piuttosto che affittarlo (costo: 220 mila pounds!!!). Speriamo che non riesca a venderlo, muoversi da qui dopo essersi abituati sarebbe difficile!

Pics: images of my house

12 commenti:

marco ha detto...

Molto bello... soprattutto la zona :)
Speriamo veramente che non lo venda

Anonimo ha detto...

ciao! è emozionante ciò che scrivi, come scrivi e soprattutto il tuo essere uomo ancora capace di sognare e di sottrarsi a convenzioni che spesso ci intappolano in una esistenza purtroppo fasulla. mi congedo, per ora con le parole di josè saramago ( so che ami leggere!) che io adoro
" faccia ognuno il proprio viaggio secondo un progetto, presti minimo ascolto alla facilità degli itinerari comodi e frequentati, accetti di sbagliare strada e di tornare indietro, o, al contrario, perseveri fino a inventare inusuali vie di uscite verso il mondo. non potrà fare viaggio migliore.
un abbraccio

Doma ha detto...

ebbravo ale, ottimo :-)

ed essendoci il matrimoniale, quando vengo a trovarti possiamo dormire insieme ahahaah

Joan ha detto...

Ciao, complimenti per il blog e grazie delle informazioni, tutto questo è davvero utile per chi sta pensando di trasferirsi in questa splendida città. E' un piacere leggerti perché hai anche un bello stile.
Continua ad aggiornare!

bacco1977 ha detto...

ottimo rpezzo...credimi.

bacco1977 ha detto...

congrats!
Certo che, come dicono molti, Edimbra' e' molto economica.
Se trovassi lavoro nel mio settore ci farei un pensierino.
Ma di offerte ne vedo poche :(
P.S.
com'e' il tempo over there?

Anonimo ha detto...

..e spendi sti soldi... acquista!!! cosi' poi hai lo spazio per invitare gli amici!

Anonimo ha detto...

casa bellissima, complimenti.......volevo dirti che ieri si è svolto il 5°memorial renato ferri.......finale milan - torino........ vittoria dei rossoneri 2-0 ai supplementari.....
il tuo presidente.

Il Giocatore ha detto...

cosa ne pensi dei due coetanei kiwi che si sposano? cioe' loro si sposano, a breve tornano nella loro patria e inizieranno la stabilita' (lavoro, figli, routines).
Sono tuoi coetanei.
Invece tu hai lasciato tutto questo (e' cio' che avevi in italia).
Saluti e buon Haggis!

Anonimo ha detto...

Ciao, come hai fatto a trovare appartamento?su quale sito hai cercato? anche io sto pensando di trasferirmi in scozia, sapresti darmi qualche consiglio sulla ricerca lavoro e casa? lavoro nel cmapo dell'informatica da piu di 5 anni, e ho qualcosina da parte, ma non troppo.
:P
qualsiasi consiglio e benvenuto!
grazie!
:D

Alekos ha detto...

@ Anonimo: grazie di cuore per le bellissime parole, Saramago ha descritto bene dei miei stati d'animo. Spero che il mio viaggio sara' addolcito dalle splendide torte che fino a qualche tempo fa mi portavi per il mio compleanno! ;-)

@ il Presidente: Milan sempre meglio del Toro, mi ricorda una sera quando indossavo la maglia di SuperPippo.

@ il Giocatore: bellissima riflesione. I kiwi pero' hanno fatto tempo fa quello che molti italiani (me compreso) si avegliano troppo tardi a fare. Loro ad esempio, cosi' come molti altri giovani neozelandesi, appena finito il College vanno in Europa zaino in spalla. Spesso si fermano nelle citta' che preferiscono, come Dublino, Londra, Roma o Edimburgo. Se dopo alcuni anni tornano indietro a metter su famiglia e' una loro decisione, almeno non avrnno il rimorso di non aver sperimentato altri stili di vita.

@ Anonimo: la casa la ho trovata sul sito GumTree, il lavoro sara' argomento dei prossimi post.

Anonimo ha detto...

Ale! finalmente ho letto cn calma il tuo blog! ma sai che scrivi proprio bene? la tua casa mi ricorda la mia, anche io ho delle finestre altissime e il caminetto. ti sento sereno, è bello leggere le tue emozioni perchè mi ricordano le mie! baci from dublin