26 maggio 2009

time for Heineken...cup!!!


La finale dell’Heineken Cup, ossia la Coppa Campioni del mondo rugbystico, e’ stato l’evento che ha segnato il primo serio week-end edimburghese. Un evento che, quale neofita del mondo della palla ovale, aspettavo con ansia, ma che ha avuto effetti devastanti anche sulle mie serate.

La sede designata per la finale era lo stadio Murrayfield di Edimburgo, le due squadre finaliste erano gli irlandesi del Leinster e gli inglesi del Leicester. La capitale scozzese e’ stata letteralmente invasa da una folla di irlandesi, che hanno contagiato la vita cittadina con la loro simpatia e messo pepe nelle serate nei pub. Presenti gia’ a partire da giovedi’, ho passato tre serate pazze divertendomi nel mio sport preferito, ossia andare nei pub e conoscere gente nuova: missione fin troppo faciole con il popolo irlandese, famoso per cordialita’ e la voglia di divertirsi in serate dall’enorme tasso alcoolico. Superfluo dire che tutti i pub della citta’ erano stracolmi a tutte le ore del giorno, con i tifosi anche fuori dai locali in attesa di entrare, che improvvisavano cori e partite di rugby nei parchi.

Parlando con diverse persone ho ricevuto un’importante lezione di sportivita’. La maggior parte dei tifosi proveniva infatti dalle contee di Cork e di Limerick, ed erano quindi tifosi del Munster.
La squadra del Munster era approdata in semifinale contro il Leinster, in quello che era un attesissimo euro-derby irlandese. I tifosi del Munster, sicuri della vittoria, avevano acquistato in anticipo il biglietto per la finale di Edimburgo, ma a sorpresa il Leinster si e’ imposto con una vittoria schiacciante.
Vendere il biglietto? Saltare la finale? No way!!! I tifosi del Munster sono cosi’ arrivati ugualmente ad Edimburgo. Io pensavo per gufare, invece no: erano qui per supportare proprio il Leinster, grande rivale ma comunque squadra irlandese.
Una cosa che in Italia manco ci sognamo.
La maglietta di questo tifoso parla chiaro: tifoso del Munster da sempre, ma tifoso del Leinster per una notte!




La finale me la sono vista nel mio pub preferito, il Three Sisters nella centralissima Cowgate, ed e’ stato un successo irlandese. Il Leicester (squadra in cui milita l’italiano Castrogiovanni) ha tenuto bene il campo arrivando all’intervallo in vantaggio 13-9 grazie ad una meta all’ultimo minuto di Woods; nella ripresa tuttavia una meta di Heaslip e la precisione di Sexton dai calci piazzato hanno consegnato la coppa al Leinster (19-13).





Finita la gara tutti i tifosi si sono trasferiti dallo stadio al centro della citta’, molti al Three Sisters, dove e’ iniziato un terzo tempo di dimensioni epocali, a ritmo di Guinness e hamburger.
Un bel weekend all’insegna di rugby, divertimento e Guinness.


3 commenti:

bacco1977 ha detto...

hai colto alla perfezione lo spirito sportivo del popolo Irlandese.
Molti Italiani hanno vissuto anni qui in Irlanda, sintetizzando tutto cio' che descrivi come "ubriacature da pub".

Un chiaro segnale che vedi molto oltre le apparenze e cio' che gli altri ti dicono.

La tua avventura e' cominciata col piede giusto.

Alekos ha detto...

Grazie Bacco!!!

Qualche irlandese sopra le righe c'era, ma sarebbe un grave errore etichettare un popolo per colpa di qualche assholes!!!

Anche perche' dall'altra parte vedevi famiglie del Munster che davano al proprio bambino la bandierina del Leinster!!!

Ed in mezzo a questi due estremi c'erano loro, gli irlandesi con i quali non ti annoi mai, sempre pronti alla battuta e con cui e' bellissimo scambiare due parole al pub!

Lo Zio ha detto...

Dev'essere stato uno spettacolo. Amo il Rugby....a febbraio (biglietti permettendo) dovrei andare a Dublino per Irlanda-Italia del Six Nations 2010.