16 luglio 2009

mi spezzo ma non m'impiego

A gran richiesta, eccomi finalmente al post sulla situazione lavorativa in Scozia, utile per tutti coloro che sono in procinto o sognano di fare il grande passo. Tengo a sottolineare che non sono un esperto ne’ di economia ne’ tantomeno sono esperto nella ricerca di lavoro, quindi quello che scrivero’ sara’ frutto solo della mia esperienza in questi due mesi ad Edimburgo. Cerchero’ inoltre di fornire qualche info utile.

Innanzitutto, nella colonna di destra ho aggiunto la sezione “Lavorare in Scozia”, con qualche link utile.

Il luogo principale dove cercare occupazione (sia qualificata che non) e’ Job Centre Plus , che ha una serie di uffici sparsi per la citta’ dove si puo’ accedere ai terminali, stampare le offerte di lavoro che interessano, ed utilizzare gratuitamente i loro telefoni per contattare i datori di lavoro.

L’ufficio principale e’ in South St Andrew Street, una traversa di Princess Street che conduce a St Andrew Square. Qui potete inoltre fare richiesta per ottenere il National Insurance Number, un codice che dovrete fornire al datore di lavoro in modo da pagare correttamente le tasse. La cosa bella del NI number e’ che e’ semplicissimo da ottenere, basta fornire l’indirizzo (non e’ necessaria una prova di residenza) ed il numero vi viene spedito a casa: dopo una settimana riceverete il numero provvisorio tramite lettera, dopo un mese riceverete una tessera di plastica che indica il vostro NI number ed il vostro nome.

Passando alla mia esperienza, la situazione in Scozia non mi sembra molto rosea. Io ho studiato Ingegneria Civile, ma finora la ricerca di un’occupazione nel mio campo e’ stata senza risultati. Le mie mosse sono iscrivermi nei siti per la ricerca di lavoro, metterci il mio CV, iscrivermi al servizio di mailing list e spedire applicazioni quando ricevo mail con lavori interessanti.

Molti recruiters mi telefonano, sembrano interessati al mio profilo e mi chiedono se possono passare il mio Curriculum a tal azienda, ma poi scompaiono nel nulla. Ho anche fatto un paio di colloqui con recruiters, colloqui che ho sostenuto senza troppi problemi, quindi ho dedotto che il mio inglese non sia un handicap nel mio job hunting.

Io aspetto qualche giorno dopo il colloquio, al che mando ai recruiters una mail chiedendo un feedback: alcuni manco rispondono, altri rispondono dicendo che la tal azienda ha momentaneamente bloccato le assunzioni (il che mi fa pensare che molti degli annunci che si vedono nei siti siano fasulli).

Dopo due mesi di questa trafila, ho abbassato le pretese e mi sono messo alla ricerca di un lavoretto qualsiasi. Ora che si avvicina l’estate, in centro si moltiplicano gli avvisi “Staff Wanted”, soprattutto nei negozi di gadget o souvenir. In ognuno di essi ho lasciato un curriculum (ovviamente senza scrivere che sono ingegnere), e proprio lunedi’ un manager di un negozio di souvenir mi ha telefonato chiedendo se il giorno dopo potevo andare a fare una prova. Felice come una Pasqua, ho accettato presupponendo di avere un lavoro in tasca, e che volessero mettermi in prova giusto nel caso fossi un totale incompetente. Il giorno fissato mi presento al negozio, e (senza training alcuno) lavoro quattro ore, svolgendo cio che mi chiedono di fare. Alla fine vado dal manager e gli chiedo come sono andato. Lui mi fa vedere un mazzetto con circa una ventina di curriculum, e mi dice che per ognuno di essi vuole fare un periodo di prova, dopo di che ne scegliera’ uno o al massimo due.

Mi sono letteralmente cadute le palle: se anche per un lavoretto senza qualifica ne prendono uno su 20, siamo messi proprio male.

Tra l’altro, domani torno al negozio per chiedere una risposta, e voglio proprio vedere se mi pagano le quattro ore che ho lavorato. Se pensano di mettere alla prova tutte le persone senza nemmeno pagarle, sono pronto a rompergli i coglioni. Magari non otterro’ nulla, ma se questo e’ il sistema mi fa proprio schifo, e non voglio rinunciare ai soldi che mi spettano senza protestare.

Comunque rimango ottimista, e sono sicuro che prima o poi qualcosa otterro’.

Stay tuned!

Pict: Charlie Chaplin in "Modern Times"

13 commenti:

bacco1977 ha detto...

mmmm
brutto epriodo.
stay hungry.....

massimo ha detto...

certo certo ... speriamo che non tutti i datori di lavoro siano così!
(ma poi è vera la storia Scozzese=grande tirchio?)
comunque fai bene a ritornarci per la storia del compenso ;)

forza forza forza!

Alekos ha detto...

Sono appena passato nel negozietto dove ho fatto la prova. Ovviamente non mi hanno scelto, ovviamente hanno preso una ragazza molto carina!!!
Ma almeno mi sono fatto pagare le quattro ore che ho lavorato!

@ massimo: non so se gli scozzesi siano davvero tirchi. L'unica cosa che posso dirti e' con gli amici scozzesi che ho, quando si entra in un pub e' quasi gara a chi si avvicina prima al bancone per offrire da bere a tutti gli altri...

andima ha detto...

never give up!

Pelle ha detto...

Purtroppo questo è un periodo duro per trovare lavoro un pò in tutto il mondo...
Ma non mollare!!! Facciamo il tifo per te!!!

bacco1977 ha detto...

In irlanda siamo all'11.9 di unemployment......giusto per restare in tema...e se dovesse venirti la felicissima idea di farti un giro a barbaropoli.......

Stefano ha detto...

Ciao Ale!...cavolo, oggi invecchi di un anno!!!...hai toccato il traguardo delle 27 primavere...ti faccio i miei più SINCERI auguri di buon compleanno...per pagarmi da bere...magari ti raggiungo in Scozia!!..un abbraccio,Ventu ...

andima ha detto...

e allora buon compleanno!:)

Fabry ha detto...

Dai Ale! Insisti e persevera!

Alekos ha detto...

@ Stefano & Andima: :D

Zax (Andrea) ha detto...

accidenti, nemmeno in Scozia fila tutto liscio :-(
Non mollare, troverai di sicuro qualcosa !

Andrea
PS: buon compleanno :-)

massimo ha detto...

auguri!

Anonimo ha detto...

Arrivo non tardi ma tardissimo ma...sono tornato solo oggi dal mare ma gli auguri te li faccio lo stesso..AUGURI FELIX!!! te lo scrivo grosso così t'arriva subito anche se in ritardo.
Benni