22 febbraio 2010

back to Italy

Dopo nove mesi si scozzesita’, finalmente e’ arrivato il momento di tornare in Italia per una visita lampo. I motivi per cui non sono (colpevolente) tornato prima sono molteplici; l’entusiasmo delle prime volte (quando c’era il sole), il dover lavorare nel periodo invernale, cercare lavoro a cavallo del nuovo anno. Lo stare lontano si e’ poi fatto sentire: ho aperto il sito di Ryan Air e via col primo volo. Seppur troppo ravvicinato, seppur troppo costoso.

Ma avevo assolutamente bisogno di staccare e di ricaricare le batterie, come si suol dire. Beh, diciamo non troppo. E’ stato come un cocktail di emozioni (sia positive, che molto positive, che negative) mescolate insieme e bevute di rigore. Ora devo solo assimilare il tutto, analizzare, e come sempre guardare avanti.

I primi giorni mi sentivo su un altro pianeta, tra i giri in centro e le prime persone riviste, stranissimo in quella che dovrebbe essere casa mia. Quando mi stavo ambientando poi sono dovuto ripartire senza quasi nemmeno accorgermene. Uno stress psico fisico che mi ha lasciato un po’ cosi’.

In ogni modo, di emozioni si tratta, quindi presumo che possano fare solo bene.

Non dimentichero’ mai certi episodi.

- I pericoli di tornare alla guida. La macchina mi si e’ spenta svariate volte, ho dovuto ripetere tre volte un parcheggio ad S (un tempo la mia specialita’), una volta in una strada stretta mi e’ preso il panico ed ho tenuto la sinistra.

- Rivedere le facce amiche della mia squadra di calcio e parlare con allenatore e presidente, eterni esempi di cuore Granata.

- Presentarmi dalla mia ex insegante madrelingua londinese per parlarci piu’ fluentemente, portandole il suo amato Porridge, lo Scott's Porage. Quello con la foto dell’omone scozzese muscoloso (che cammina in canottiera e kilt sotto la neve) che lei mangiava da bambina (qui un vecchia pubblicita' altamente consigliata a tutte le lettrici femmine).

- Portare l’haggis a questo amico di professione soldato giacobita.

- Dimostrare a tutti che non sono ingrassato poi cosi’ tanto.

- Tornare al controllo del mio vecchio computer e le gioie di riaprire la cartella “vecchie partizioni”. Incredibili certe emozioni che vecchi file riscoperti possano dare!

- Un incontro con i vecchi amici giornalisti e la soprpresa di scoprire che un giocatore, Manuel Pascali, che vedevo quando giocava nel Pizzighettone in C1, sta giocando con grande successo nel Kilmarnock nel massimo campionato scozzese. Voglio la sua maglietta!

- Le dolci torte delle ancor piu’ dolci amiche della mamma.

- La pace e l’introspettiva tranquillita’ di visitre gli amati nonni al cimitero.

- Riaccendere con orrore la televisione e rivedere, in ordine di apparizione: Studio Aperto, Grande Fratello ed il festival di San Remo (con una prestazione che non mi lascia piu’ dormire). Ho rimediato per fortuna con un paio di film vecchisimi di Tognazzi e Manfredi che mi hanno tirato su. Per non parlare dell’indimenticato capolavoro Fracchia contro Dracula.

- Gli indicibili strazi e le perenni ferite psicosomatiche di una pulizia dei denti dal dentista: un’autentica tortura. E la tortura almeno e’ gratis.

- Una pinta di Guinness all’Asino d’Oro.

- Farmi offrire (da chi ho rivisto con piacere) svariate pinte di Guinness all’Asino d’Oro.

- Parlare italiano senza troppo pensare a come tradurre battute ed espressioni intraducibili.

- La sorpresa sotto casa del mio migliore amico che non sapeva sarei tornato.

- Un sabato sera da urlo con regali e sorprese, e le facce di chi ci tenevo a rivedere. Solo una birra o una sigaretta insieme ed i mille discorsi rimarranno per sempre in me.

Un ringraziamento grande come la distanza Italia – Scozia ai lettori di questo blog e a chi mi ha detto “Non commento ma ti seguo”. Lo apprezzo tantissimo.

Ed anche un po’ di malinconia nel mezzo di tutto. Un abbraccio lungo lungo che avrei voluto continuare per essere felice un secondo di piu’, ma che ho interrotto troppo presto per soffrire un anno di meno.

Rivedere invece altra gente e la loro mentalita’ mi ha fatto invece rivalutare moltissimo le splendide persone che ho incontrato qui. Un’esperienza sotto questo punto di vista assai preziosa, dove i cliche’ crollano, gli stereotipi sembrano li’ per essere smentiti, ed ogni incontro ti puo’ regalare qualcosa di bello. O di brutto. Sicuramente di nuovo.

Passando a cose serie, in Italia ho riscoperto lo strumento che piu’ mi e’ mancato. Un oggetto odiato da bambino ma che imparto ad apprezzare col tempo. Un oggetto che ha segnato la mia vita italiana donandomi un senso di freschezza e di fiducia in me stesso (e nel prossimo) ineguagliabili. Avete gia’ capito? Mi riferisco a questo!

Ed ora, con il -2 di questa notte, e le Camille del Mulino Bianco che mi attendono a colazione, torno a guardare il mio futuro. Avevo forse troppo idealizzato il mio rientro in Italia, non vedevo l’ora di scoprire se Edimburgo mi sarebbe mancata, e da quello capire un po’ meglio questa avventura. Anche il confronto tra l’infelicita’ di lasciare tutti e la gioia di tornare qui e’ un duello che non ha ne’ vincitori ne’ vinti.

L’unica certezza e’ che ho considerato l’Italia la mia casa, ma che la mia vita per ora e’ in Scozia.

Un buon compromesso.

Related video: la stagione dell'amore (scena finale de La guerra degli Anto')

15 commenti:

Doma ha detto...

grande Ale, è stato un piacere rivederti!

E quando mi magno il pecorone imbalsamato ti faccio sapere :-)

saluti

Zax (Andrea) ha detto...

che bel post. Credo che rappresenti il tuo nuovo punto di vista su quello che hai sempre vissuto, e che ti sembra diverso (adesso che vivi all'estero).

andima ha detto...

eh i ritorni a casa.. guerra interiore, mix di sensazioni, ti rimane tutto nei polmoni in un gran respiro quando l'aereo decolla, ti sale immediato al cervello e li' rimane sbocciando in pensieri, riflessioni, spunti e memorie.
Prenditi il tempo di ascoltare ciascun pensiero, non lasciarli scappare nella frenesia del nuovo giorno che comincia e ti travolge, ne vale la pena, perche' sono frammenti di te.

Alekos ha detto...

@ Doma: don't forget whisky sauce with your haggis!

@ Zax: verissimo, con piu' esperienza vedo cio' che ho sempre vissuto in modo diverso.

@ andima: colpito ed affondato. Sembra che sei stato con me oggi. Mi sono ributtato nel tran tran generale, evitando la confusione in testa. Anche se da li non si scappa, ci dedichero' del tempo di sicuro.

Anonimo ha detto...

aleeeeeeeeeeeeeeeeee torna a casaaaaaaaaaaaaaaaaa.....e restaciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii.......................................siamo contentissimi di averti rivisto...ci manchi già.......
ele e beo
p.s. questo è per te

Peter Tosh

Ive learned some lessons in my life
Lessons in my life
Always be careful of mankind
Be careful of mankind
They'll make you promises today
But tomorrow they change thier mind
Make you faithful primises today
But tomorrow they'll change thier mind

But im an upfull man
I love upfull people
Im a progressive man
And I love progressive people
Im a truthful man
And I love truthful people
Im an honest man
And I love honest people

Ive learned some lessons in my life
Lessons in my life
Always be careful of my friends
Be careful of my friends
Money can make friendship end
It makes friendship end
Money can make friendship end
It makes friendship end

Im an upfull man
I love upfull people
Im a progressive man
And I love progressive people
Im an honest man
And I love honest people
Im an intelligent man
And I love intelligent people
Im an aggressive man
And I love aggressive people
Im a fire man
And I love the fire people
Im an upfull man
And I love upfull people
Im an intelligent man
And I love intelligent people
Im a progressive man
And I love progressive people

grazie alla prossima...

Alekos ha detto...

Venite prima voi a trovarmi!

Che dire ragazzi, mi ha fatto troppo piacere vedervi e dividere bei momenti.

La sorpresa da parte vostra mi ha regalato un sabato sera da ricordare a lungo.

Un abbraccio!

Anonimo ha detto...

ALEEEEEEE....STO ANCORA PENSANDO A SABATO SERA...E SAI IN 1 ANNO CIRCA DI ACQUA SOTTO I PONTI NE PASSA A VALANGATE...E DAVVERO CERTE SITUAZIONI TI PORTANO A DISTANZIARTI TANTISSIMO DALL'ORDINARIO ...DAL QUOTIDIANO...A VOLTE VOLUTAMENTE A VOLTE PROPRIO MANCO TE NE ACCORGI...MA POI IL QUOTIDIANO TORNA SEMPRE...E NON E' NIENTE MALE...E CAPISCI QUANTO SIA IMPORTANTE SFORZARSI, SOPRATTUTTO IN QUEI MOMENTI DOVE LA VITA TI PORTA ALLA DERIVA O TU STESSO TI LASCI ANDARE VERSO TALE META, DI TENERSI SEMPRE BEN STRETTI GLI ELEMENTI DELLA ESISTENZA DI TUTTI I GIORNI DA QUELLI BELLI A QUELLI BRUTTI...TUTTI...PERCHE' CREDO E HO SPERIMENTATO GRAZIE ANCHE A TE...CHE LA DOVE TALI PUNTI DI RIFERIMENTO DOVESSERO TORNARE ANCHE SOLO PER UN ISTANTE A FAR PARTE DEL NOSTRO CAMMINO...E LA CHE COMPRENDI DAVVERO L'IMPORTANZA DI ESSI...RAGIONAMENTO CONTORTO MA SO CHE TU MI HAI CAPITO...O ALMENO CI PROVI...
SON FELICE CHE TU SIA FELICE E NON VUOL ESSERE UNA BATTUTA O UN GIOCO DI PAROLE...SON CONETNTA CHE TU ABBIA DECISO DI "SUDARE" MA CHE ALLA FINE NE SIA VALSA LA PENA...SO CHE ORA PER TE è TEMPO DI SCOZIA...SAPPI SOLO CHE (ORA PARLO PER ME)...IO RESTO NEL TUO QUOTIDIANO (E SPERO CHE TU ABBIA COMPRESO IL MIO FARMI SENTIRE POCO ...è STATO SOLO RISPETTARE IL TUO MONDO IL TUO SPAZIO)E PENSO CON ME ANCHE TANTE ALTRE PERSONE CHE TI VOLGIONO UN MONDO DI BENE...GRAZIE DI CUORE PER TUTTO E PER ESSERE STATO TE STESSO SEMPRE OVUNQUE COMUNQUE CON TUTTI I TUOI PREGI E TUTTI I TUOI DIFETTI.......UN ABBRACCIO FORTE FORTE E UNA LACRIMUCCIA ELE

Alekos ha detto...

Grazie Ele!!!

Gia', le grandi emozioni che mi hanno lasciato un po' cosi' erano dovute al fatto di vivere quello che era il quotidiano come una cosa straordinaria.

Tornare qui e' stata duretta, non capisco se sono stato davvero a casa o se era un sogno.

Non preoccuparti se non ci si sente, tante volte nelle mail non so che scrivere, ma il pensiero e' sempre presente. Magari non tutti i giorni, ma talvolta capita che la mente vaghi a quello che era il tuo quotidiano, e se ti scapa un sorriso e' buonissimo segno.

Grazie ancora!

Vi aspetto qui!

Anonimo ha detto...

ele pensa....in questo preciso istante...."ti capisco più ora di qualche mese fà...il tempo insegna le cose..."un abbraccio fortissimo...ele

Mariabei ha detto...

Che bello il tuo post... ricco di attimi vissuti

Mi fa piacere che questo breve rientro in Italia sia stato così positivo... ma ancora di più... che l'Avventura Scozzese continui!!

Gio ha detto...

mitico Felix!
E' stato un piacere rivederti, soprattutto un piacere inaspettato!
Ora tocca a noi farti la sorpresa!!

Alekos ha detto...

That's barry!!!

Dopo la birra belga che mi hai offerto, tocchera' a me metterti in mano una buona Real Ale!

Un abbraccio

Dicky ha detto...

Grande Ale... non dimenticar mai le tue origini :)

Alekos ha detto...

Grande Dicky, il ritrovo di classe come e' andato?

Dicky ha detto...

Bene, ma ovviamente si sentiva la tua mancanza, da pilastro quale tu eri! Si pensava ad una grigliata a Giugno... torneresti? :P Magari per festeggiare ci traduciamo tutti insieme una bella versione di greco ;)